Eventi

Archivio Eventi

01 Novembre 2019.

Berlinde De Bruyckere

Berlinde De Bruyckere. ALETHEIA
1 novembre – 15 marzo 2020
Inaugurazione 1 novembre 2019, ore 19

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo presenta ALETHEIA, una grande mostra monografica dedicata a Berlinde De Bruyckere (Gand, 1964), a cura di Irene Calderoni. Il suo lavoro scultoreo indaga temi universali quali il corpo sofferente, il dolore, la memoria, la necessità di superamento e trasformazione. Fortemente influenzata dalla storia dell’arte e dalla mitologia, così come dalla realtà quotidiana di strutture sociali in collasso, De Bruyckere crea opere dal forte impatto emotivo, che attraverso la propria materialità invitano a riflettere sulla condizione umana.

Orari dall’1 al 3 novembre:
Venerdì 1 novembre, inaugurazione: 19.00 – 21.00
Sabato 2 novembre: 10.00 – 22.00 (Notte delle arti contemporanee, gratis dalle 19.00 alle 22.00)
Domenica 3 novembre: 10.00 – 19.00

10 Ottobre 2019.

La fiera d’arte contemporanea

Dal no profit al mercato. Guida per orientarsi nel mondo dell’arte contemporanea

Appuntamenti con l’arte contemporanea alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

L’obiettivo è quello di fornire ai partecipanti gli strumenti essenziali per  avvicinarsi all’arte contemporanea, ai suoi linguaggi e ai suoi protagonisti. Gli incontri sviluppano una ricognizione fra opere, collezioni, musei, gallerie e grandi eventi, come si sono evoluti, dall’inizio del Novecento a oggi.

Giovedì 10 ottobre
dalle ore 20 alle 21
Auditorium della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

La fiera d’arte contemporanea
Ilaria Bonacossa, direttore di Artissima

Ingresso libero su prenotazione fino ad esaurimento posti
RSVP: press@test.fsrr.org

08 Ottobre 2019.

Progetti per le scuole a Palazzo Re Rebaudengo

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e il Comune di Guarene organizzano un incontro di presentazione dei progetti per le scuole nella sede di Guarene (CN). L’appuntamento è per martedì 8 ottobre alle ore 17.00 a Palazzo Re Rebaudengo

(Piazza Roma, 1 – Guarene). Sarà l’occasione per presentare i percorsi dedicati alle scuole, dialogando con gli insegnanti e condividendo strumenti educativi. A seguire, visita alla mostra fotografica Da Guarene all’Etna – Boiling Projects e aperitivo.

Interverranno Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Elena Ciarli, Assessore all’Istruzione, Comune di Guarene d’Alba e Elena Stradiotto, Respondabile del Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. L’incontro è dedicato a dirigenti scolastici, insegnanti e operatori del settore che desiderino partecipare a visite, laboratori e attività alla scoperta dell’arte contemporanea.

Si prega di confermare l’adesione scrivendo all’indirizzo: dip.educativo@test.fsrr.org, o chiamando il numero: 011-3797631.

07 Ottobre 2019.

RED BEAT. IL CUORE BATTE FORTE A TORINO

RED BEAT. IL CUORE BATTE FORTE A TORINO

Il 7 ottobre la Fondazione IEO-CCM promuove la prevenzione cardiovascolare alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo offrendo screening gratuiti a cura degli specialisti del Centro Cardiologico Monzino: ti aspettiamo dalle 10 alle 17

Iscriviti qui: http://bit.ly/Prenotazionescreening07ottobre

Il 9 ottobre si terrà sempre alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo l’annuale Charity Dinner a sostegno della Ricerca cardiovascolare: il tema di quest’anno … RED BEAT!

Per info e prenotazioni: info@fondazioneieoccm.it

28 Settembre 2019.

Su un cittadino al di sopra di ogni sospetto

In occasione del finissage della mostra personale di Ludovica Carbotta Monowe, il Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo propone un workshop per il pubblico adulto ideato e guidato dall’artista, che si terrà il 28 e 29 settembre e si concluderà con una performance aperta al pubblico.

Monowe è il nome di una città immaginaria dove vive un solo abitante, un modello urbanistico creato per un solo individuo. Tramite sculture, installazioni e azioni performative, Monowe si offre come un organismo in divenire, in cui le dimensioni della finzione e della realtà coesistono in un rapporto dialettico.
Il progetto si nutre di diverse fonti di ispirazione, letteratura utopistica e fantascientifica, teorie architettoniche e analisi sociologiche, per produrre una riflessione sulla condizione di isolamento del soggetto contemporaneo. La città si presenta per elementi architettonici, identificati con specifiche funzioni, quali la porta di accesso, la fabbrica, il museo, la torre di guardia. In quanto istituzioni essi mettono in gioco una dimensione d’uso sociale che lo statuto monadico dell’abitante mette in crisi, offrendo l’opportunità di analizzare in astratto le norme e convenzioni rese obsolete dalla sparizione della collettività.
In occasione di questa mostra, il progetto Monowe si presenta per la prima volta in una visione d’insieme, dove i singoli frammenti si compongono in un tessuto di relazioni e funzioni complementari. Appare un nuovo edificio, il Tribunale, materializzazione della colpa e del giudizio, palcoscenico in cui si svolge il processo surreale al concetto stesso di giustizia, che vede collassare tutti i ruoli in uno, accusato e accusatore, testimone e giudice.
Proprio intorno a questo edificio ruota il progetto del workshop, che si pone l’obiettivo di avviare una discussione sul significato di giustizia in una realtà paradossale come quella di Monowe. Nucleo centrale della riflessione proposta da Carbotta ai partecipanti sarà il tema dell’auto-protezione e dei suoi abusi; la discussione metterà a confronto il diritto alla difesa del proprio spazio, contro l’isolazionismo inteso come eccesso e come delitto, una questione di grande attualità politica oltre che giuridica.
Un gruppo di 10/12 persone, provenienti da diversi ambiti disciplinari (giurisprudenza, filosofia, psicologia) sono invitate a sviluppare insieme i contenuti del processo e quindi a interpretarli con la tecnica del role-playing. Lo script dell’udienza sarà in seguito oggetto di una ulteriore rappresentazione da parte di un attore professionista, che metterà in scena i risultati del workshop di fronte al pubblico della Fondazione.

Programma

Sabato 28 settembre
h.14.30-18.30
1a parte del workshop

Domenica 29 settembre
h.12-17
2a parte del workshop

h.17.30
Performance pubblica nello spazio espositivo

La partecipazione al workshop è gratuita. Durante la pausa pranzo della domenica sarà offerto ai partecipanti un rinfresco/light lunch.

Per maggiori informazioni sulla mostra https://fsrr.org/mostre/ludovica-carbotta-monowe/

Per informazioni e iscrizioni al workshop contattare
Dipartimento Educativo
dip.educativo@test.fsrr.org
tel 0113797631

?>