Indagini di un cane. Opere dalle collezioni FACE

21 ottobre 2009 – 4 marzo 2010

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

 

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo dal 21 ottobre al 4 marzo 2010 presenta Indagini di un cane, prima mostra del progetto europeo FACE ( Fondazione d’arte per l’Europa Contemporanea), a cui aderiscono: Fondazione DESTE, Atene (Grecia), Fondazione Ellipse, Cascais (Portogallo), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino (Italia), La maison rouge – Fondazione Antoine de Galbert, Parigi (Francia), Magasin 3 Stockholm Konsthal, Stoccolma (Svezia).

I soci fondatori di FACE sono istituzioni non-profit nate su iniziativa di collezionisti privati che hanno creato spazi pubblici per la produzione e promozione dell’arte contemporanea. Questa alleanza ha l’obiettivo di sostenere e ampliare le loro attività tramite ambiziosi progetti su scala internazionale.
La mostra presenta una selezione di circa 40 opere provenienti dalle collezioni delle cinque istituzioni, che hanno curato il progetto congiuntamente.

Indagini di un cane prende il proprio titolo da un racconto di Franz Kafka il cui protagonista, un cane, si interroga sul senso della “caninità”, ovvero sul senso della comunità. Proprio questa ricerca lo spinge ai margini della società, lo rende diverso da tutti quelli che non si pongono domande, eppure la sua solitudine esprime la forma più intensa di interesse per la comunità e i propri simili.

Gli artisti in mostra condividono questa posizione eccentrica, elaborano un nuovo linguaggio per analizzare la situazione sociale e politica del proprio tempo, creano piccoli mondi che però sono aperti al mondo. La loro pratica artistica si può definire arte minore, un termine che richiama la nozione di letteratura minore elaborata da Deleuze&Guattari nella loro analisi dell’opera di Kafka.
Secondo i filosofi francesi, questa sarebbe caratterizzata dall’uso sovversivo di un linguaggio al potere, dalla connessione della dimensione individuale con la sfera politica e dall’organizzazione collettiva di una enunciazione, ovvero il processo per cui la voce del singolo si trasforma in un discorso collettivo.

Vista in questa prospettiva l’accezione di minore “non riguarda più specifiche letterature, ma descrive le condizioni rivoluzionarie di ogni letteratura all’interno di ciò che chiamiamo il maggiore (o il costituito)”.

Sperimentando nuove forme espressive, che sovvertono le regole del medium adottato, sia esso video o fotografia, scultura o installazione, gli artisti qui riuniti si pongono fuori dalle convenzioni linguistiche del proprio tempo per meglio analizzarlo, adottano la posizione della minoranza per avere la forza di contraddire l’ordine costituito, aprendo così lo spazio di esistenza ed espressione per nuove collettività, nuovi modi di essere insieme.

Il Gruppo di Fondazioni lavora con l’intento di diffondere l’arte contemporanea in Europa e nel mondo, sostenere i giovani artisti, promuovere l’arte e la cultura contemporanea ad un pubblico sempre più ampio; promuovere l’attività di tutti i Membri che ne fanno parte. A questo scopo il Gruppo di Fondazioni può in particolare: produrre opere di arte contemporanea; redigere pubblicazioni e produrre cataloghi; realizzare piani di promozione, campagne pubblicitarie e attività di pubbliche relazioni; partecipare a fiere d’arte contemporanea; produrre una rivista periodica di approfondimenti della cultura contemporanea; produrre o organizzare esposizioni internazionali; avviare studi, progetti e ricerche di mercato; svolgere prestazioni e servizi vari per terzi connessi con quanto sopra.

Il progetto FACE è stato presentato nel 2008 al Parlamento Europeo di Bruxelles. La mostra Indagini di un cane sarà aperta a Torino, presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, dal 21 Ottobre 2009 al 4 marzo 2010.

Sarà successivamente ospitata nelle sedi delle altre quattro fondazioni partner.

 

Artisti in mostra:

Vasco Araújo, Virginie Barré, Philippe Bazin, Mircea Cantor, Maurizio Cattelan, Roberto Cuoghi, Mark Dion, Gardar Eide Einarsson, Urs Fischer, Fischli & Weiss, Claire Fontaine, David Hammons, Annika von Hausswolff, Thomas Hirschhorn, William Kentridge, Kimsooja, Jeff Koons, Sigalit Landau, Sherrie Levine, DeAnna Maganias, Mark Manders, Esko Männikkö, Marepe, Paul McCarthy, Boris Mikhailov, Bruce Nauman, Cady Noland, Martin Parr, Navin Rawanchaikul, Aurel Schmidt, Gregor Schneider, Lara Schnitger, Santiago Sierra, Lorna Simpson, Stéphane Thidet, Kara Walker. FACE si pone l’obiettivo di promuovere artisti emergenti del panorama internazionale, sostenendo la produzione ed esposizione di nuove opere.

Altre sedi:

21 ottobre 2009 – 4 marzo 2010 _ Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino
15 maggio – 5 settembre 2010 _ Ellipse Foundation, Cascais (Portogallo)
23 ottobre 2010 – 15 gennaio 2011 _ Maison Rouge – Fondation Antoine de Galbert, Parigi
17 febbraio – 29 maggio 2011 _ Magasin 3, Stoccolma (Svezia)
22 giugno – 30 ottobre 2011 _ DESTE Foundation, Atene