Educazione

Pubblico Adulto

LET’S READ. PERCORSI DI LETTURA IN MOSTRA

Pubblico Adulto

LET’S READ. PERCORSI DI LETTURA IN MOSTRA

Let’s Read: Percorsi di visita e di lettura in mostra.

(giovedì 11 novembre 2021 | h. 18.00-19.30)
(giovedì 2 dicembre 2021 | h. 18.00-19.30)
(giovedì 16 dicembre 2021 | h. 18.00-19.30)
(giovedì 13 gennaio 2022 | h. 18.00-19.30)
giovedì 3 febbraio 2022 | h. 18.00-19.30

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo | via Modane 16, 10141 Torino.

Let’s Read è un progetto ideato dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo con le Biblioteche civiche torinesi, da anni impegnate nella promozione e diffusione dei gruppi di lettura, contribuendo al principio di cittadinanza culturale e di partecipazione attiva alla vita pubblica della città. Guidati da Cristina Fanelli bibliotecaria della Biblioteca civica centrale e da una mediatrice culturale d’arte della Fondazione, i gruppi di lettura affronteranno i temi legati alle mostre e alle ricerche dellə artistə, attraverso percorsi di visita e di lettura negli spazi del museo.

Let’s Read è un ciclo di incontri per gruppi di lettura costituiti da giovani tra i 15 e i 29 anni, ma aperti a tutti. Le mostre non costituiranno semplici cornici ma saranno una vera e propria fonte d’ispirazione per il gruppo di lettura, indirizzando la scelta dei testi su cui i partecipanti saranno invitati a confrontarsi nel corso degli incontri. Nello spazio della mostra, in mezzo e accanto alle opere dellə artistə, Let’s Read propone un percorso di condivisione di pagine di letteratura e arte, un’occasione per pensare collettivamente, per discutere ed esprimere idee ed emozioni utilizzando i diversi strumenti e linguaggi della contemporaneità.

I primi due incontri di Let’s Read si sono svolti nell’ambito della mostra Neural Swamp di Martine Syms, artista assegnataria della seconda edizione della Future Fields Commission in Time-Based Media, conferita all’artista congiuntamente dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e dal Philadelphia Museum of Art. L’installazione immersiva è stata il punto di partenza per esplorare i temi della ricerca dell’artista, in particolare il senso di frammentazione e performatività che caratterizzano l’identità e la cultura al tempo di internet e dei social media e le rappresentazioni del corpo nero femminile nello spazio digitale. Ad attivare le riflessioni su questi temi abbiamo proposto la lettura del romanzo Macchine come me di Ian Mc Ewan del 2019.

Dal terzo incontro, ci siamo spostati nello spazio della mostra collettiva Safe House che apre la seconda stagione di VERSO: a guidarci nella scelta dei testi e delle letture l’opera di Sharon Hayes In My Little Corner of the World, Anyone Would Love You, 2016. In un’installazione video a cinque canali, tredici lettorə rileggono estratti da un ampio campo di newsletter femministe, lesbiche, gay, trans e di riviste indipendenti pubblicate negli Stati Uniti e nel Regno Unito tra il 1955 e il 1977. La rimessa in circolo di un archivio di testi attiva la discussione intorno ai temi della costruzione di un corpo collettivo che si muove lungo il confine tra una dimensione privata, intima, domestica e una pubblica, plurale e politica. In questa prospettiva il romanzo che abbiamo proposto per l’incontro del 13 gennaio è stato Ragazza, donna, altro della scrittrice afrodiscendente Bernardine Evaristo, libro vincitore del Booker Prize 2019.

Giovedì 3 febbraio ci sposteremo infine negli spazi della mostra collettiva Stretching The Body, in cui dodici artiste donna mettono in gioco il tema del corpo attraverso il medium pittorico. Ad accompagnarci in sala la lettura del romanzo della scrittrice britannica Jeanette Winterson nel 1992, Scritto sul corpo.

Per partecipare è necessario prenotare inviando una mail a biglietteria@fsrr.org con oggetto “Let’s Read”. Nel corpo della mail occorre specificare i dati di tutte le persone per cui si sta effettuando la prenotazione.

Evento proposto nell’ambito di VERSO#2, programma della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, progettato e prodotto con l’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte, nell’ambito del Fondo nazionale per le politiche giovanili. verso.fsrr.org | @verso.mag

Insegnanti

Formazione per gli insegnanti

Insegnanti

Formazione per gli insegnanti

Il Dipartimento Educativo rafforza costantemente il suo impegno della realizzazione di attività di formazione per insegnanti, grazie anche alla formalizzazione del protocollo di intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte. Nel 2018 è stata portata a termine la procedura di accreditamento a Ente Formativo a livello regionale.

L’intento è quello di fornire agli insegnanti gli strumenti per progettare e condurre attività educative dedicate all’arte moderna e contemporanea e all’espressività artistica. I percorsi prevedono interventi diversificati e multidisciplinari condotti dallo staff del Dipartimento Educativo, facendo riferimento a esperienze di artisti sia emergenti che già storicizzati, e dall’analisi di progetti educativi dedicati ai bambini e ragazzi tra i 3 e i 19 anni, per arrivare alla sperimentazione diretta di metodi, strumenti e materiali ideali per l’incontro tra arte e pubblico.

Durante i corsi vengono condivisi materiali di documentazione e e-book didattici interattivi, utili strumenti per la progettazione e conduzione di attività a scuola. La proposta si struttura in moduli formativi a carattere teorico e pratico articolati in: lezione frontale, eventuale visita a una mostra, momenti di discussione e confronto, attività di laboratorio, progettazione condivisa, verifica.

Nel 2022 sarà attivato un nuovo ciclo di corsi di formazione dedicato ai docenti di tutte gli ordini di scuole.

Pubblico Adulto

LET’S TALK. PERCORSI DI VISITA IN MOSTRA

Pubblico Adulto

LET’S TALK. PERCORSI DI VISITA IN MOSTRA

LET’S TALK GUEST
È un appuntamento per gruppi di 15 giovani dai 15 ai 29 anni, nel quale invitiamo ospiti espertə ad approfondire un tema proposto nelle opere in mostra. Per la durata di circa un’ora e mezza, si attraversa lo spazio espositivo insieme a una mediatrice culturale e poi ci si ferma ad ascoltare l’esperto, si pongono domande si parla, partecipando a un’esperienza orientata dal dialogo e dallo scambio di informazioni, punti di vista, opinioni.

Verso#2 “Safe House” | Let’s Talk Guest: Sherif El Sebaie

Big cats: i grandi felini tra arte, moda e camouflage
Giovedì 20 gennaio 2022 | h. 18.00-19.30

Il racconto di Sherif El Sebaie prende spunto da una delle opere esposte in “Safe House”, la mostra della Seconda stagione del programma Verso. Critical Dictionary of Southeast Asia (CDOSEA) dell’artista e regista Ho Tzu Nyen (Singapore 1976) è un’installazione, un sito web, un database che costruisce una riflessione critica sull’immaginario associato al SudEst asiatico. Per ogni lettera dell’alfabeto, un algoritmo seleziona e associa in tempo reale un diverso insieme di testi, suoni e immagini, formando un abbecedario in continuo divenire. Alla lettera T corrisponde “Tigre”, un animale feroce e temuto, simbolo del successo e del potere, da sempre associato – soprattutto nel contesto asiatico – alla forza e al coraggio. La tigre appartiene alla categoria dei “grandi felini” (leone, leopardo, ghepardo, giaguaro). Il
manto maculato o a strisce, che serve a questi animali per mimetizzarsi, hanno reso la loro pelle un segno di distinzione e di ricchezza, dunque un oggetto del desiderio.
Sherif El Sebaie accompagnerà i partecipanti al Let’s Talk in un percorso storico-artistico alla scoperta di questi animali e di ciò che hanno rappresentato da un punto di vista simbolico, prima di essere inseriti nella lista degli animali in pericolo stilata dall’International Union for Conservation of Nature.

Sulla pelle degli elefanti. L’Avorio tra arte, storia e traffico clandestino
Giovedì 24 febbraio 2022 | h. 18.00-19.30

Il racconto di Sherif El Sebaie prende spunto da una delle opere esposte in “Safe House”, la mostra della Seconda stagione del programma Verso. Nell’installazione intitolata Touch-Face, l’artista Sandra Mujinga (Congo, 1989) propone l’invisibilità come strategia di sopravvivenza e come strumento concettuale. Per farlo, si è ispirata – nelle fisionomie, nei materiali e nel titolo – agli elefanti e alla loro abitudine di toccarsi con la proboscide. Negli ultimi decenni questi animali sono stati tra i più cacciati dagli esseri umani. Dal 2007, secondo l’International Union for Conservation of Nature, l’intera popolazione di elefanti africani è diminuita di oltre 100 mila unità, in larga parte uccisi illegalmente per le loro zanne. Ma perché l’avorio è stato tenuto in cosi alta considerazione nella storia? Quali strade segue oggi il traffico clandestino dall’Africa alla Cina? Quali connessioni ci sono tra bracconaggio e terrorismo? Sherif El Sebaie ripercorrerà la storia dell’avorio per portarci a riflettere su uno dei traffici clandestini che stanno mettendo in pericolo la sopravvivenza di un’intera specie.

Sherif El Sebaie
Nato al Cairo, di origini greco-egiziane e naturalizzato italiano. Esperto di diplomazia culturale, rapporti euro-mediterranei e transatlantici. Ha ricoperto numerosi incarichi fra cui quello di consigliere di amministrazione dell’Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo e consulente scientifico in fase di allestimento museale della Galleria dei Paesi Islamici dell’Asia del MAOMuseo d’Arte Orientale di Torino. Opinionista radiofonico e televisivo, collabora con diverse testate giornalistiche nazionali. Nel 2008 è invitato a partecipare all’International Visitor Leadership Program”, il programma di scambi per leader internazionali del Dipartimento di Stato USA. Nel 2017, viene scelto come Marshall Memorial Fellow del German Marshall Fund, influente think tank con base a Washington. Nel 2015 è stato selezionato dall’Università della Virginia come uno dei 10 Fellow del Simposio Internazionale di Arte Islamica di Doha, il più prestigioso appuntamento per gli studiosi della materia.

Per partecipare è necessario prenotare inviando una mail a biglietteria@fsrr.org con oggetto “Let’s Talk Guest”. Nel corpo della mail occorre specificare i dati di tutte le persone per cui si sta effettuando la prenotazione.

 

LET’S TALK. Percorsi di visita in mostra.
Le mediatrici culturali d’arte della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo propongono una serie di appuntamenti aperti a tutti, pensati per piccoli gruppi di visitatori. Sarà possibile visitare insieme lo spazio espositivo, approfondire i temi delle mostre e la ricerca degli artisti, condividendo un’esperienza caratterizzata dal consueto approccio dialogato della mediazione.

Clicca qui per scoprire il percorso Let’s Talk. Domande per dialogare con l’arte

Per informazioni e prenotazioni 0113797631, biglietteria@fsrr.org.

Accessibilità

Grafìe | Giornate Europee del Patrimonio 2021

Accessibilità

Grafìe | Giornate Europee del Patrimonio 2021

25 Settembre 2021 – dalle 11.00 alle 13.00
 

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2021, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ospita ospita Grafìe, un appuntamento nell’ambito di ORIZZONTI PROSSIMI. Danza, Luoghi e Comunità, un progetto di associazione “è” che porta la danza negli spazi pubblici.   

Grafìe è un incontro di pratica della Danza – nella sua forma accessibile a tuttə, indipendentemente dalle abilità – che risponde allo slogan del Consiglio d’Europa Heritage: All Inclusive invitando alla condivisione del patrimonio culturale. 
Ci muoveremo nel Bosco delle Artiste, il nuovo bosco urbano nei giardini all’ingresso della Fondazione, indagando i rapporti fra gesto, segno e parola, fino a creare insieme una coreografia e a lasciarne una traccia su delle cartoline, che diventeranno un oggetto-ricordo dei nostri paesaggi interiori, da tenere per sé, o da spedire ad altri. 
Visiteremo poi la mostra Burning Speech, collettiva sul tema del linguaggio e del suo potere di agire sulla realtà, scoprendo insieme come diversə artistə hanno usato segni, gesti e parole per affrontare questo tema.
 

La partecipazione è gratuita, su prenotazione. 

In caso di pioggia l’attività sarà svolta all’interno degli spazi della Fondazione.
L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle più recenti normative anti-Covid.
Per la visita alla mostra Burning Speech è necessario il Green Pass.
Nelle giornate del 25 e 26 settembre la Fondazione sarà accessibile a tutti al costo di un biglietto ridotto. Rimangono attive tutte le gratuità abituali.

Per informazioni e iscrizioni: accessibilita@fsrr.org oppure 011 3797631. Il sabato e la domenica, dalle 12.00 alle 19.00: 011-3797624 

Giornate Europee del Patrimonio 2021
associazione “é”

 

Questo incontro fa parte di Orizzonti Prossimi. Danza, Luoghi e Comunità, un progetto di associazione “è” che coinvolge gruppi eterogenei di cittadinə per danzare insieme nello spazio pubblico, prendendo contatto immediato con le emozioni e la relazionalità grazie all’attivazione corporea. Nasce da una riflessione sulla riconquista di fiducia nella prossimità con l’altrə, pur nella tutela reciproca. Sull’orizzonte della possibilità di muoversi nel mondo, a lungo sospesa. Su un futuro di maggior attenzione verso le persone, l’ambiente e il patrimonio, a fronte del vissuto collettivo di fragilità che ci ha coltə. A cura di Elena Maria Olivero. 

Pubblico Adulto

LA MEDIAZIONE CULTURALE D’ARTE

Pubblico Adulto

LA MEDIAZIONE CULTURALE D’ARTE

La mediazione culturale d’arte è la forma scelta dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per istituire in mostra, quotidianamente, una relazione attiva con i pubblici degli adulti. Introdotta nel 2002, realizza una delle missioni principali della Fondazione, quella cioè di avvicinare il pubblico all’arte contemporanea, attraverso una modalità personale e discorsiva.

Il ruolo del mediatore culturale è quello di instaurare e facilitare il contatto diretto tra il visitatore, l’opera, la ricerca dell’artista e la mostra, fornendo informazioni, sollecitando il dialogo e valorizzando le interpretazioni individuali. La mediazione trasforma lo spazio espositivo in un luogo della conoscenza, del confronto e dell’esperienza secondo un approccio di Lifelong Learning, ovvero di apprendimento continuo, lungo tutto l’arco della vita.

Il servizio di mediazione culturale in Fondazione è continuo, disponibile in italiano e inglese. Il visitatore ne può usufruire in qualsiasi momento, lungo tutto l’orario di apertura. È gratuito e non necessita di prenotazione. Il servizio è svolto da uno staff di mediatori provenienti da lauree in discipline artistiche e umanistiche, che partecipano a una formazione continua ideata e realizzata dalla Fondazione con lezioni e laboratori.

Per informazioni 0113797631, biglietteria@fsrr.org.

Pubblico Adulto

LABORATORI PER ADULTI

Pubblico Adulto

LABORATORI PER ADULTI

La finalità dei laboratori riservati ai pubblici degli adulti, proposti in Fondazione a partire dal 2010, è quella di offrire ai partecipanti un’esperienza conoscitiva e creativa, esaudendo le attese rilevate nei visitatori della Fondazione attraverso il questionario e l’osservazione qualitativa: acquisire nuove conoscenze e fare un’esperienza attiva all’interno del museo. Dedicati a giovani e adulti, a ingresso libero previa iscrizione, si svolgono nella fascia oraria serale, durano due ore e sono programmati durante l’apertura gratuita del giovedì. Ambientati direttamente in mostra, a Fondazione aperta, consentono anche ai normali visitatori non iscritti ai laboratori, di entrare in contatto con un uso nuovo dello spazio museale, orientato da un approccio dinamico e informale.

I laboratori con gli adulti propongono un set di attività ispirate da una serie di opere, individuate tra quelle esposte. Si basano sull’alternanza tra attività nello spazio espositivo e rielaborazione in aula didattica e tra contributi individuali e produzione di elaborati per piccoli gruppi. Non richiedono ai partecipanti competenze tecniche specifiche e non sono basati sull’insegnamento di tecniche artistiche bensì guidati dal principio dell’opera e della mostra intesi quali fonti di ispirazione, occasione di analisi, interpretazione, narrazione, confronto e sintesi.

La partecipazione è gratuita, per informazioni e prenotazioni: 011 3797631; biglietteria@fsrr.org.

Clicca qui per visitare la pagina Facebook dedicata alle nostre attività:
“Laboratori per adulti alla Sandretto”

Oppure qui per sfogliare la galleria di documentazione video del Dipartimento Educativo:
vimeo.com/fsrr