Educazione

Accessibilità

ultimi eventi

Accessibilità

ultimi eventi

Visita per persone con disabilità visiva alla mostra Aletheia di Berlinde de Bruyckere
Giovedì 2 luglio ore 17

 

Il Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo organizza una speciale visita alla mostra Aletheia, di Berlinde De Bruyckere, dedicata a persone con disabilità visiva.
Durante la visita saranno affrontati i temi propri del lavoro dell’artista, temi universali, come il dolore, la memoria, la necessità di superamento e di trasformazione, guidati dalla descrizione e da una mappa tattile appositamente realizzata per orientarsi nello spazio e comprenderlo in assenza di visione.
Visto il delicato momento che stiamo vivendo, l’attività terrà conto di particolari accorgimenti che permetteranno a chi parteciperà di fare l’esperienza della visita alla mostra in condizioni di assoluta sicurezza. Per questo motivo, l’attività avverrà a museo chiuso e il numero di partecipanti sarà limitato. Rimangono obbligatorie le comuni norme di distanziamento sociale, che viene ridotto, secondo una specifica direttiva del Ministero della Salute, per le persone con disabilità e i loro accompagnatori.

È obbligatorio per tutti l’uso della mascherina durante tutta la permanenza negli spazi della Fondazione, e l’esplorazione tattile delle opere potrà avvenire esclusivamente con l’uso di guanti.

L’attività è dedicata a persone con disabilità visiva, la cui partecipazione avrà priorità in fase di prenotazione, ma, come di consueto, è aperta secondo disponibilità a persone che vorranno bendarsi, o accompagnare persone cieche o bendate.

La partecipazione è gratuita, l’iscrizione è obbligatoria e dovrà avvenire entro il 30 giugno.
Telefono 011 3797631 oppure 011 3797600 | mail: accessibilita@fsrr.org

Accessibilità

VIE DI USCITA

Accessibilità

VIE DI USCITA

Il Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e Associazione è presentano un percorso dedicato alle persone con afasia seguite dalla Fondazione Carlo Molo, per tornare all’attività culturale e sociale dopo il periodo di distanziamento fisico. In questo momento ancora pieno di incertezze, vogliamo puntare insieme sul valore condiviso della cultura come indispensabile risorsa mentale.

Sono previsti tre appuntamenti online di un’ora a cadenza settimanale, durante i quali condivideremo pensieri, piccoli gesti, risvegli corporei e creativi, facendoci ispirare da opere di importanti artisti contemporanei.
Arte, musica e piccole pratiche di movimento ci accompagneranno nel prenderci cura del corpo, delle emozioni, dello spazio e delle relazioni, per tornare nel mondo con rinnovata fiducia e serenità.

Il percorso prevede anche un quarto incontro, questa volta dentro al museo ma in condizioni di assoluta sicurezza, a cui ciascuno potrà scegliere liberamente se partecipare.

Calendario degli incontri:
Martedì 30 giugno ore 10.30 online
Martedì 7 luglio ore 10.30 online
Martedì 14 luglio ore 10.30 online
Martedì 21 luglio ore 10.30 in Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Il percorso è condotto da Annamaria Cilento e Elena Stradiotto, del Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, insieme a Elena Maria Olivero, danza/arteterapeuta.

 

Accessibilità

MAPPA TATTILE DELLA MOSTRA ALETHEIA

Accessibilità

MAPPA TATTILE DELLA MOSTRA ALETHEIA

Il tour virtuale della mostra Aletheia di Berlinde De Bruyckere è possibile anche per persone con disabilità visiva, grazie alla mappa tattile realizzata in collaborazione con Tactile Vision Onlus. Inquadrando il QR code con lo smartphone, è possibile ascoltare l’audiodescrizione degli spazi e dei temi della mostra.
La mappa può essere inoltre stampata su carta a microcapsule e portata in rilievo con il fornetto a infrarossi, materiali normalmente in uso nelle associazioni che si occupano di persone con disabilità visiva, come la sezione torinese dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, con cui da tempo la Fondazione collabora per rendere l’arte accessibile a tutti.

Scarica la mappa tattile della mostra Aletheia

Ascolta l’audiodescrizione della mostra Aletheia

 

Accessibilità

un museo accessibile

Accessibilità

un museo accessibile

Rendere un museo accessibile vuol dire assicurare la possibilità ad ogni visitatore di fruire dei contenuti culturali che custodisce. I percorsi e le attività proposte dal Dipartimento Educativo vogliono essere uno strumento che permetta a tutti una più facile e attiva partecipazione alla vita culturale della città.

Il Dipartimento Educativo organizza su prenotazione attività di visita in mostra e laboratori specifici per persone con disabilità, ed è in contatto con alcune tra le più importanti realtà che operano in favore di persone disabili sul territorio.

Tra i percorsi più rilevanti c’è quello legato alla disabilità visiva, intrapreso con l’UICI, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Torino. Per facilitare l’accesso e la comprensione degli spazi e dei contenuti è stata progettata, in collaborazione con Tactile Vision Onlus, una mappa tattile dell’edificio, e per le didascalie delle opere viene utilizzato il font Biancoenero, un carattere che facilita la lettura a ipovedenti e dislessici. Il più importante risultato della collaborazione con l’UICI è il percorso di studio sul rapporto tra arte contemporanea, linguaggio e percezione sensoriale, inaugurato con un workshop, ampliato in una giornata seminariale di studi, e che procede con approfondimenti teorici e pratici in una ricerca che coinvolge, oltre a UICI e Tactile Vision Onlus, anche il PAV, Parco d’Arte Vivente, il TAL, Turin Accesibility Lab del Politecnico di Torino, e il Servizio Disabili della Città di Torino, realtà che si riconoscono nel gruppo Making Sense

Nel 2012 la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ha aderito al Manifesto per la Cultura Accessibile a Tutti, una dichiarazione del comune impegno delle principali istituzioni culturali di Torino e dell’area circostante sui temi dell’accessibilità culturale.

Mappa Tattile della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo in Lingua Italiana dei Segni

Storia Sociale della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Target: centri diurni, associazioni e fondazioni che si occupano di disabilità fisica e psichica.

Durata: progetto permanente