Premio StellaRe 2017 a Lidia Bastianich

10 ottobre 2017

Il 9 ottobre 2017 la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ha conferito il Premio StellaRe 2017 a Lidia Bastianich, chef e ambasciatore della cucina italiana in America che con il suo impegno porta alla nostra attenzione alcuni dei temi più attuali della società: quelli dell’integrazione, dell’importanza del cibo come veicolo di cultura e di identità, della necessità di conciliare l’essere madri con la vita professionale e dell’eccellenza che l’imprenditoria femminile può raggiungere grazie alla determinazione e all’intelligenza.

Sostiene il Premio Stellare la Banca Lombard Odier Europe SA, succursale di Milano.

StellaRe è il nome del Premio che dal 2006 la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo assegna a donne che, con il loro lavoro, il loro impegno e le loro idee, hanno tracciato nuovi sentieri nei campi più diversi del sapere, con una particolare attenzione alle più complesse strategie culturali, politiche, economiche e scientifiche che articolano la società contemporanea. Il Premio StellaRe è un anello disegnato e realizzato dall’artista Maurizio Cattelan, un anello di fidanzamento nella sua immagine più classica, ma in versione gigante, di cinque centimetri di diametro, e in edizione unica. Un brillante luminoso come la stella simbolo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
“Il Premio vuole rendere omaggio alle donne che hanno generato idee, portato innovazione e rivoluzionato il modo di guardare e leggere la realtà” afferma Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente della Fondazione.

Premio Stellare
Il Premio StellaRe è stato conferito, nel 2006 a Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia, per la strategia comunicativa di forte impatto e innovazione, nel 2007 al Ministro dell’Economia e della Pianificazione degli Emirati Arabi Uniti, H.E. Sheikha Lubna Al Qasimi, prima donna a ricoprire una carica di governo nel suo Paese. Nel 2009 a Lisa Phillips per la sua dedizione all’arte e la cultura contemporanea, la sua notevole carriera come curatrice a livello internazionale e come direttore del New Museum a New York, e a Kazuyo Sejima per il suo modo tutto nuovo di concepire l’architettura rispetto ai canoni tradizionali. Nel 2011 al Premio Nobel Elizabeth Blackburn, ricercatrice in biologia molecolare, per una scoperta di utilità universale per tutte le malattie legate all’invecchiamento tra cui anche il cancro. Nel 2014 alla fisica Fabiola Gianotti per le sue scoperte in ambito scientifico, nel 2015 a Sheikha Al Mayassa bint Hamad bin Khalifa Al-Thani, presidente dei Musei del Qatar, per il suo impegno filantropico a favore dei più giovani, nel 2016 ad Allegra Agnelli per il suo importante lavoro a sostegno della ricerca contro il cancro in qualità di Fondatrice e Presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro – ONLUS.

Per assegnare il Premio StellaRe è nato nel 2006 il Circolo StellaRe. Per lavorare a un progetto ambizioso dedicato alle donne, alla loro identità, al loro ruolo e al loro valore in questo nuovo millennio, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo ha chiamato a raccolta un gruppo di donne. Il brillante del Premio Stellare unirà la vincitrice del Premio al Circolo.
Il Circolo StellaRe è costituito da: Allegra Agnelli, H.E. Sheikha Lubna Al Qasimi, Elizabeth Blackburn, Franca Coin, Anne-­Marie De Weck, Alberta Ferretti, Maria Luisa Frisa, Fabiola Gianotti, Umberta Gnutti Beretta, Paola Manfrin, Lisa Philips, Giulia Puri Negri, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Kazuyo Sejima, Warly Tomei e Francesca Tronchetti Provera.

Lidia Bastianich
Conduttrice televisiva e vincitrice di un Emmy Award – l’oscar della Televisione americana -, autrice di numerosi libri di cucina e ristoratrice di successo, Lidia Bastianich ha saputo unire nella vita le sue più grandi passioni: il cibo e la famiglia.
Insieme ai suoi figli, Joseph e Tanya, segue infatti diverse iniziative in campo culinario. 13 sono i suoi libri di ricette, scritti in collaborazione con la figlia Tanya. Le serie televisive di Lidia, Lidia’s Kitchen e Lidia’s Celebrates America, prodotte dalla Tavola Productions (di cui Lidia è fondatrice con Tanya) – hanno vinto un Emmy Award (e tre nominations allo stesso premio) oltre a numerosi altri prestigiosi riconoscimenti – e vengono trasmesse anche a livello mondiale tra l’altro nel centro e sud America, Canada, Medio Oriente ed Australia.
Nel campo della ristorazione sono molti i locali di successo che portano la firma di Lidia. Con i figli Joe e Tanya gestisce i rinomati Felidia (il capostipite), Becco, Esca e Del Posto a New York, ed i “Lidia’s” a Pittsburgh e Kansas City. Lidia ha anche fondato LIDIA’S una linea di pasta e sughi pronti in rapida espansione in tutti i supermercati degli Stati Uniti ed in Canada.
Insieme a suo figlio Joe, ad Oscar Farinetti ed altri soci italiani ed americani, ha portato Eataly in America. Ad oggi ci sono due negozi a New York ed uno ciascuno a Chicago, Boston e San Paolo del Brasile. Alla fine di ottobre del 2017 avverrà l’inaugurazione del nuovo negozio di Los Angeles, mentre nel 2018 è prevista l’apertura di Las Vegas e nel 2019 di Toronto, in Canada.
Lidia ha scritto anche libri per bambini. Nonna Tell Me a Story: Lidia’s Christmas Kitchen, fu inspirato dai suoi cinque nipoti. Il secondo della stessa serie, Lidia’s Family Kitchen: Nonna’s Birthday Surprise fu pubblicato nella primavera del 2013 ed un terzo nel Gennaio del 2015.
Lidia è inoltre impegnata attivamente a livello sociale aiutando attivamente diverse organizzazioni che si occupano di donne, dell’infanzia e per favorire l’avanzamento nello studio per le giovani generazioni più disagiate. Collabora anche moltissimo e raccoglie fondi per la Televisione Pubblica Americana (che non ha canone – e poca assistenza da parte dello stato- ed ha funzione altamente educativa e non commerciale)