Da Guarene all’Etna 2003

24 maggio 2003 – 6 luglio 2003

Palazzo Re Rebaudengo Guarene d'Alba

 

 

Con il progetto Da Guarene all’Etna, 03 prosegue il lavoro di sostegno e promozione dei giovani fotografi italiani avviato nel 1998 dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Quindici fotografi – Andrea Abati, Luca Andreoni, Antonio Fortugno, Olivo Barbieri, Paolo Bernabini, Antonio Biasiucci, Luca Campigotto, Daniele de Lonti, Vittore Fossati, Francesco Jodice, Tancredi Mangano, Pino Musi, Carmelo Nicosia, Enzo Obiso, Alessandra Spranzi, Natale Zoppis – vennero invitati a interpretare i cambiamenti in atto nel paesaggio architettonico e ambientale italiano scegliendo un tema confacente alle singole peculiarità espressive. Dopo un anno di lavoro, la mostra Da Guarene all’Etna, via mare, via terra venne presentata a Taormina, nell’ambito del festival Taormina Arte, per poi essere proposta nel 2000 a Modena, presso la Galleria Civica d’Arte Moderna. Nel giugno 2001, con un ampliamento di diverse opere inedite, l’esposizione fu presentata a Milano, presso Palazzo delle Stelline, per approdare infine al Padiglione Italia della Biennale di Venezia nel febbraio 2002. Proprio in quest’ultima sede, alla mostra venne assegnato un nuovo titolo: Da Guarene all’Etna, 02. L’intento era di mettere in evidenza la dimensione di continuità che il progetto aveva assunto. La mostra di Venezia dava conto degli sviluppi più recenti delle ricerche che gli artisti avevano intrapreso nel 1998. Da Guarene all’Etna, 03, si propone dunque come naturale proseguimento delle precedenti edizioni.

Dei dieci artisti oggi invitati, tre avevano già partecipato alle due precedenti edizioni: Andreoni e Fortugno, Bernabini e De Lonti.
Si vuole con questo sottolineare il ruolo della Fondazione non solo nel sostenere le ricerche dei giovani artisti italiani in funzione del momento espositivo, ma anche nel voler partecipare alla loro maturazione artistica e allo sviluppo professionale del loro lavoro in Italia e all’estero. Nella nuova edizione saranno inoltre esposti i lavori di Cristiano Berti, Donatella Di Cicco, Gianni Ferrero Merlino, Luigi Gariglio, Francesca Rivetti, Annalisa Sonzogni e Francesco Zucchetti.
La mostra, con inaugurazione il 24 maggio, si terrà a Guarene d’Alba, presso Palazzo Re Rebaudengo e resterà aperta al pubblico fino al 6 luglio 2003.
In occasione della mostra Da Guarene all’Etna, 03, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ha deciso di istituire un premio in collaborazione con altre istituzione museali europee. Per ogni edizione verranno infatti invitati tre musei i cui direttori, in qualità di giurati del premio, voteranno il vincitore.
Nell’ambito dell’inaugurazione dell’edizione 2003, una giuria internazionale, di cui facevano parte Regis Durand, direttore del Centre Nazionale de la Photographie di Parigi, Sune Nordgren, direttore del Baltic di Newcastle e Christine Frisinghelli direttrice di Camera Austria, ha premiato ex aequo i lavori di Donatella Di Cicco e Gianni Ferrero Merlino: a loro sarà dedicata una personale al Baltic.

 

Artisti in mostra
Andreoni e Fortugno, Paolo Bernabini, Daniele De Lonti, Cristiano Berti, Donatella Di Cicco, Gianni Ferrero Merlino, Luigi Gariglio, Francesca Rivetti, Annalisa Sonzogni, Francesco Zucchetti.