Calcio d’inizio

30 gennaio 2014 – 30 marzo 2014

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Calcio d’inizio è la prima mostra che la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Torino e il CUS Torino propone nell’ottica di un percorso che accompagni al 2015, anno in cui Torino sarà Capitale Europea dello Sport.

Ispirato dalle immagini associate alle diverse discipline sportive, questo itinerario si snoderà attraverso una serie di mostre, eventi culturali e progetti educativi.

Il legame tra arte e sport ha una tradizione antica, nella quale il corpo dell’atleta ha funzionato come referente di bellezza e di valori legati alla forza, alla sfida, alla competizione ma anche alla cultura, al gioco, alla correttezza e all’amicizia.

La mostra alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo si propone di far emergere questi valori, aggiornandoli e documentandoli attraverso le ricerche e i molteplici linguaggi dell’arte contemporanea.

Questa prima mostra è dedicata al calcio. Raccoglie una serie di opere che affrontano temi legati a questa pratica sportiva, toccando le sfere del quotidiano e dell’epico, della competizione e dello spirito di squadra, dello spettacolo e dell’esperienza individuale.  Sport fortemente legato in Italia all’identità nazionale, il calcio, proprio per la sua popolarità e trasversalità, stimola a riflettere sulle dinamiche della nostra società.

È anche per queste sue caratteristiche che è stato assunto da molti artisti delle ultime generazioni come ambito nel quale sviluppare riflessioni molteplici.

Calcio d’inizio riunisce una selezione di opere di artisti contemporanei italiani e stranieri che hanno riflettuto su questo tema e vi si sono avvicinati con il loro sguardo, con i loro interessi e le loro differenti culture.

Artisti in mostra: Maurizio Cattelan, Olaf Metzel, Olivo Barbieri, Douglas Gordon, Philippe Parreno, Paolo W. Tamburella, Miguel Calderón, Santo Tolone, Paola Di Bello, Luca Resta.

Il 30 gennaio 2014, alle 19, durante l’inaugurazione della mostra, Fernando Llorente della Juventus e Matteo Darmian del Torino, insieme a vecchie glorie e a tifosi eccellenti delle due squadre come Boosta dei Subsonica, Marco Berry, Arturo Brachetti, Marco Ponti, Andrea Agnelli, Gianluca Pessotto, Claudio Sala, Antonio Comi, Massimo Mauro, Gian Carlo Caselli, Renato Zaccarelli (e molti altri), hanno giocato una partita di calcio Balilla 11 contro 11. I due vincitori del torneo di calcio Balilla (2 contro 2) organizzato dal CUS Torino, che si è svolto precedentemente, sono entrati a far parte dei team.
La telecronaca della partita è stata affidata a Enrico Zambruno, giornalista e telecronista JTV.